Cos’è Discord, e perché vale la pena conoscerlo e usarlo?

Se sei appassionato di tecnologia e innovazione Discord potrebbe essere una valida alternativa ad altri social network.

Cos’è Discord e perché vale la pena iniziare a usarlo? Qualche tempo fa abbiamo esplorato 10 social network alternativi a Facebook. A sorpresa un argomento di nicchia è diventato uno dei più letti del blog negli ultimi mesi.

Evidentemente l’interesse e la voglia di ricerca c’è. Abbiamo deciso allora di proporre un approfondimento su uno dei dieci candidati meno noti e più significativi per chi lavora in ambito tecnologico – Discord.

Social Network as a Service

Circa 14 anni fa, nel 2008, arrivava Facebook in Italia (diffuso in realtà poco prima, riferisco qui alla prima release in italiano). Non il primo social network, ma quello che ha aperto l’era dei social network come business model. Da allora quella che sembrava una netta egemonia si è frammentata in una serie di antagonisti e complici di discreto successo (Instagram, Linkedin, Twitter, Tumblr, Reddit), nicchie più o meno grandi (Behance, Flickr, Dribblr) e esperimenti meno fortunati (aggiungimi su Vero). Ultimo arrivato, Clubhouse, un social basato su chat audio effimere, sul quale si legge quasi quotidianamente su Linkedin.

Ma ora questo ci interessa poco. Ci interessa però capire che non ha più senso limitarsi a interagire sulle solite quattro-cinque piattaforme note, avendo un’offerta molto più capillare, strutturata e interessante.

Cos’è Discord

Discord è una piattaforma di messaggistica istantanea, comunicazione e distribuzione digitale basata sul concetto di community.

Nata nel 2015 come side-chat per videogiocatori (su uno schermo si gioca online, sull’altro schermo si chatta su Discord), diventa in breve un aggregatore di community molto variegate tra loro.

Oggi ospita, oltre ovviamente al nativo ambito gaming, cucina, karaoke, finanza, informatica, programmazione, divulgazione scientifica, meme. Diverse community di creatori utilizzano Discord per interagire con il loro pubblico (es. qui l’invito per la community Discord di Legolize). Possiamo dire che l’ambito sia irrilevante, conta realmente l’esistenza di una community con membri che vogliano interagire tra di loro.

Le community di Discord si organizzano in server, ma questo nome in apparenza tecnico non deve intimorire. Per analogia pensiamo a gruppi di Facebook.

Ciascuna community organizza il suo spazio in canali tematici, dove si parla verticalmente di sotto-argomenti legati o meno al canale. I canali possono essere testuali o vocali; alcune community hanno anche canali dove si può solo ascoltare e diventano quindi spazi per condividere musica, spesso legata al tema del server (es. musica per studiare, per programmare, per cucinare, etc.)

Il suo utilizzo base è semplice. Ricevi un invito al canale, crei profilo, inizi a chattare. In realtà è un ecosistema vivo e dinamico, alcune community richiedono di sbloccare dei goal prima di poter fare azioni avanzate (es. aiuta 5 utenti prima di poter postare immagini) e la piattaforma è in generale molto geek-oriented con un sacco di easter-eggs e piccoli hack da scovare strada facendo.

Discord oggi conta circa 300 milioni di utenti registrati.

aziona_discord3

Discord: perché dovresti usarlo?

Se i social media più famosi si basano essenzialmente sulla notorietà e appeal di un profilo personale, Discord esiste quasi unicamente per portare valore agli altri utenti e alla community che si frequenta. I contenuti sono prettamente testuali, le interazioni avvengono a botta e risposta e si originano quasi sempre da condivisioni di temi, domande o problemi sui quali discutere.

Il profilo personale è poco rilevante e comunque, non viene visto come un punto di forza. Molti utenti non hanno vere foto e nomi reali (questo ha d’altra parte incentivato episodi di trolling, ma su questo torniamo dopo).

Questo fa di Discord un luogo dove ha davvero senso porre i propri quesiti, e ottenere delle risposte estremamente tecniche e puntuali, e a nostra volta collaborare arricchendo il nostro know-how alla discussione.

Il pubblico di Discord, sia per la sua verticalità tematica, sia per la logica a invito e per un discreto controllo sul contenuto all’interno dei server, è di buona qualità e di conseguenza il livello della conversazione è quindi rilevante e arricchente.

Discord è perfetto se sei appassionato (o lavori) nell’ambito tecnologico, informatico, ricerca, innovazione. Questi alcuni dei canali che ti consiglio di esplorare:

Comunque puoi facilmente trovare link per server Discord esplorando Disboard o interagendo con le community di cui fai parte (molte volte i link Discord vengono inclusi in newsletter, commenti ai post su Facebook, canali Reddit, etc.).

aziona_discord2

Discord è gratuito?

Si l’utilizzo di Discord è gratuito, ma esiste l’abbonamento premium Nitro che aggiunge features e funzionalità extra sia per utenti che per proprietari di server.

Discord: cosa non ci piace

Come ogni piattaforma, anche Discord ha qualche lato più spigoloso.

Le community più interessanti sono quelle più attive, ma interagire su community più attive significa trovarsi centinaia di messaggi non letti a ogni accesso. Non che sia un problema, certo non ci aspettiamo di accedere a Instagram e guardare tutte le foto caricate dalla nostra ultima visita. Ma comunque talvolta rischia di far perdere il filo del discorso.

Il generale anonimato che circonda gli utenti può esporre a messaggi di spam o comunque episodi di trolling. Non mi è mai capitato in diversi anni di utilizzo ma è stato un problema noto ed è giusto evidenziarlo.

In ultimo, anche questo aspetto comune a tutto quanto non sia ancora mainstream, i canali in italiano latitano, e sono generalmente dedicati al gaming. Non che sia un dramma interagire in inglese ma comunque è una barriera a un utilizzo globale di Discord.

Discord: dicci la tua

Ora sai tutto quel che c’è da sapere su Discord. Lo utilizzi, vuoi farci sapere la tua, o vuoi promuovere il tuo server? Scrivici!

Ultima ora: Microsoft pronta a sborsare ben 10 miliardi di dollari per l’acquisto di Discord secondo Bloomberg. Forse vale la pena allora dedicarci un po’ di tempo? :)

 

Scarica l’ebook “The digital transformation workbook”

Iscriviti alla newsletter e scarica l’ebook.
Ricevi aggiornamenti e news sulla tecnologia e la strategia che permettono alle aziende di sfruttare al massimo la trasformazione digitale.